Centro ricreativo diurno (CAMPO ESTIVO)

Il centro ricreativo diurno (CRD), attivo ormai da anni nella Fondazione padre Oreste Cerri (ONLUS), Villaggio del Fanciullo, nel rispetto della normativa vigente applicabile, propone attività ricreative ed educative di socializzazione ai minori, durante le vacanze scolastiche estive.

L’attenzione alla creatività ed allo sviluppo dei bambini e dei ragazzi, elementi centrali del Centro Ricreativo Estivo, rappresentano, in sostanza, l’esigenza di promuovere in loro la consapevolezza delle proprie possibilità e la “consapevolezza di sé”, come progressiva capacità di autonoma valutazione dell’utilizzo delle proprie competenze sul piano personale e sociale.

COSA FAREMO QUEST’ANNO….

Consapevoli dei possibili rischi di contagio da virus COVID-19 che deriva dalla frequenza di luoghi in cui si svolgono attività per “gruppi”, e della necessità di adottare misure di prevenzione del rischio dal punto di vista della sicurezza, abbiamo deciso di utilizzare le potenzialità di accoglienza degli spazi del VILLAGGIO DEL FANCIULLO per proporre, come di consueto, il Centro Estivo.

Le attività che ci proponiamo di realizzare, oltre a puntare sull’aspetto ludico e ricreativo, vogliono essere un’occasione di crescita ed un tentativo di tornare, per quanto possibile, alla normalità.

Stiamo vivendo una situazione complicata che richiede di tenere alta l’attenzione, ma non dobbiamo trasmettere paura ai più piccoli: dobbiamo certamente proteggerli, ma senza spaventarli, e soprattutto dobbiamo dialogare con loro sui rischi e sui comportamenti da tenere, per responsabilizzarli e far maturare in loro la consapevolezza che anche momenti difficili, se affrontati con criteri validi, possono e devono essere superati! Tutto ciò, utilizzando un linguaggio chiaro e comprensibile, adatto alla loro età.

Il progetto “L’ALBERO DEI DESIDERI” rappresenta un viaggio alla scoperta di un mondo nuovo, capace di offrire al bambino nuove immagini e nuove dinamiche relazionali, proiettando la mente nella vita futura.

Il progetto si prefigge l’attivazione di modalità alternative e innovative di gestione dei bambini e dei ragazzi, e si manifesta come una vera e propria sperimentazione nel pieno rispetto dei criteri di sicurezza e tutela della salute, necessari sia per gli educatori, che per i bambini, che per le loro famiglie, cercando soluzioni bilanciate con spazi attrezzati, mantenimento del distanziamento fisico, preservando il bisogno di socialità.

Particolare attenzione, inoltre, verrà riposta nella creazione di gruppi specifici dedicati, fornendo anche un’attività di supporto per il recupero di competenze che potrebbero, in alcune situazioni, non essere state sostenute in maniera idonea con la didattica a distanza. Molti sono infatti, nonostante gli sforzi fatti dalle scuole di ogni ordine e grado, i bambini per i quali le condizioni di emergenza hanno fortemente aumentato il rischio di esclusione e di dispersione scolastica: soprattutto per loro si dovrà lavorare, così da porsi al loro fianco per recuperare il terreno perduto.

Il personale che sarà impiegato verrà formato in maniera dettagliata, con incontri preliminari, sulla gestione del rischio COVID.

I genitori dovranno essere coprotagonisti e corresponsabili del progetto, accompagnando i figli ad orari differenziati fermandosi al triage per lo svolgimento delle procedure sotto descritte.

I punti di accoglienza saranno all’esterno dell’area o della struttura, per evitare l’ingresso degli adulti nei luoghi dove si svolgono le attività.

Abbiamo poi ritenuto di dedicare uno specifico paragrafo alle attività motorie e sportive: va sottolineata la loro importanza per migliorare le condizioni di salute e promuovere il benessere psicologico della popolazione infantile dopo il periodo di lockdown.

Si prediligeranno le attività svolte all’aria aperta, per garantire il necessario distanziamento fisico; nelle attività svolte all’interno, sarà invece posta moltissima attenzione ad una adeguata areazione.

Tutte le aree frequentate dai bambini e le attrezzature dovranno essere adeguatamente igienizzate e sanificate, così da garantire a bambini, ragazzi ed operatori di vivere il centro estivo in massima sicurezza.

GLI SPAZI UTILIZZATI DAL CAMPO ESTIVO SARANNO AD USO ESCLUSIVO DEI BAMBINI, DEI RAGAZZI E DEGLI OPERATORI. AD ESSI ACCEDERANNO SOLO GLI OPERATORI. NON SONO AMMESSI ESTRANEI, al fine di tutelare i nostri giovani!

L’INGRESSO AL SERVIZIO AVVERRA’ DALLA VIA GRAMSCI.

La modulistica è disponibile nell’apposita sezione; le domande di iscrizione potranno essere inoltrate a mezzo mail all’indirizzo info@villaggiofanciullo.it

Modulistica